amo gli alberi

domenica 28 agosto 2016

nientepopodimeno

Comune di  Alassio patrocina lapresentazione del libro di MatteoSalvini

Alassio, Salvini è cultura

Nella Città del Muretto sono infatti attesi, per giornate ed eventi differenti, personaggi celebri del calibro di Vittorio Sgarbi, Cristina D'Avena, (Massimo Gramellini), Matteo Salvini e, nell'ambito del Premio Alassio Centolibri, Gerry Scotti. La presenza ad Alassio di personalità di fama nazionale ci onora e conferma l'elevato profilo dell'offerta turistica e culturale della nostra Città”.

Io lascerei perdere "tura"


martedì 23 agosto 2016

Come hanno potuto assegnare le Olimpiadi al Brasile?

Non ho seguito le ultime  Qlimpiadi con l'entusiasmo di sempre e mi sembra che le madaglie non abbiano il solito valore


La  bandiera è  uno dei simboli più riconosciuti al mondo,e raffigura cinque anelli intrecciati in campo bianco, che simboleggiano i cinque continenti.



Se poi  vi va di leggere questo articolo,
 http://www.lettera43.it/cronaca/rio-2016-il-brasile-e-un-paese-allo-sbando_43675250666.htm
vi renderete conto che  organizzare le Olimpiadi in Brasile è stato un azzardo e non solo economico

 Ed  è la stessa polizia a non avere la coscienza pulita: da quando la città è stata scelta come sede dei Giochi olimpici, gli agenti in servizio - come documentato dagli studi di Amnesty International - si sono resi responsabili di circa 2.500 assassinii.
UCCISI 29 BIMBI AL GIORNO.Un rapporto pubblico di recente pubblicazione stima, infine, che nel 2013, ultimo anno con dati disponibili, siano stati 10.520 i bambini e adolescenti uccisi, con una media di 29 al giorno.
La maggioranza delle vittime sono giovani neri di sesso maschile, sono stati freddati a colpi di armi da fuoco.
Con un tasso di 4,3 omicidi ogni 100 mila abitanti, il Brasile è il terzo Paese più violento per bambini e adolescenti, preceduto solo da Messico ed El Salvador, secondo dati dell'Organizzazione mondiale della salute (Oms)


Le Olimpiadi in Grecia del 2004 furono l'inizio del default

 Dopo appena otto anni molti ateniesi le chiamano le moderne rovine greche, intendendo gli stadi, i villaggi atletici e le aree attrezzate per i cento sport Cosa resta di tutta quella costruzione faraonica? Oggi il villaggio olimpico che era il progetto più importante (240 milioni di euro investiti) resta abbandonato a se stesso, un triste monumento allo sperpero di denaro pubblico. 

[..]Recessione, crisi istituzionale e i costi dell'evento raddoppiati da 10 a 20 miliardi di dollari Ecco perchè il Brasile rischia di trovarsi ancora più povero dopo Rio 2016.
gli amministratori pubblici , costretti a raschiare il fondo del barile per chiudere i lavori in tempo e per la cerimonia d'apertura, hanno dovuto tagliare altre voci del bilancio, così che , nelle settimane scorse, alcune categorie di dipendenti statali, dai poliziotti agli ospedalieri, si sono visti recapitare con grave ritardo gli stipendi.[..] Vittorio Malagutti - l'Espresso


Un milione e mezzo di persone vive nelle più di mille favelas di Rio de Janeiro, qui circa un quarto della popolazione della megalopoli, ma questa realtà è stata cancellata dalla carta geografica per decisione dello Stato, che ne ha proibito la rappresentazione.
http://www.wired.it/attualita/2016/08/12/favelas-olimpiadi-rio-2016/?utm_source=wired&utm_medium=NL&utm_campaign=daily
INCHIESTA GLOBALE HUFFPOST - Case rase al suolo, quartieri sfollati, promesse infrante. A rimetterci per le Olimpiadi sono sempre gli stessi. E Rio non fa eccezione (FOTO, VIDEO) (di T. Waldron e E. Maciel)http://www.huffingtonpost.it/?ref=HRBH-1

 Per tutto questo mi chiedo  come si  sia potuto partecipare  serenamente  ai Giochi Olimpici organizzati da un Paese che annovera 14 città tra le più violente al mondO


 Pierre De Coubertin  nei Giochi Olimpici vedeva un’occasione di confronto tra i giovani delle diverse nazioni; un modo di competere sano e non violento da contrapporre alle guerre 

Le Olimpiadi sono il simbolo della pace e della fratellanza tra i popoli che si riuniscono nel nome dello sport e si confrontano in modo leale.

Notizia recenti sulle Qlimpiadi di  Rio 2016  :spalti vuoti allo Stadium: "Non sembra di essere alle Olimpiadi"
S pubblico assente e spalti vuoti. A Rio l'atmosfera delle Olimpiadi è fredda. "Se guardi gli spalti non ti sembra di essere alle Olimpiadi ", dice Chris O'Hare, corridore britannico di 1500 metri, al Wall Street Journal, che sottolinea "un migliaio di posti erano vuoti anche quando Bolt ha vinto i 100 metri domenica". I giochi, iniziati il 3 agosto, sono partiti male sul versante della partecipazione del pubblico.

lunedì 22 agosto 2016

VOLETE PROVARCI?

http://www.huffingtonpost.it/2016/08/20/incipit-libri-famosi_n_11609334.html

Che lettori siete? 10 celebri incipit per scoprirlo

Il mio risulatato non è stato esaltante  ( 4 certi - 1 azzeccato.)


mercoledì 17 agosto 2016

Nino Frassica..

Premetto che  " adoro" Nino Frassica e la sua comicità demenziale , basata su giochi e abbinamenti di parole, mi conquistò fin dalla prima volta che lo vidi in TV.
Ascolto il suo "Programmone " su radio 2, alla domenica alle 13.45. e ora , sempre su Rai radio 2 al mattino alle ore  10.
Rido , sgangheratamente, e mi chiedo cosa pensi la mia deliziosa colf filippina.
 Frassica è testimonial della campagna, contro il tabagismo, del Ministero della Salute e compare in televisione con le sue gag dove, a mio parere, c'è qualcosa di estremamente stonato.
Niente da eccepire sul fatto che dia dello scemo a chi non porta il casco in moto, infatti è illegale, ma che dia dello scemo a chi fuma, non mi sta bene---e non perchè ho fumato per anni e non ho ancora rinunciato del tutto--- ma perchè in questo spot del Ministero della sanità c'è qualcosa che stride in modo insopportabile , dal momento che lo Stato ha il monopolio del tabacco e incassa milioni alla faccia degli italiani
  

lunedì 15 agosto 2016

Credo che tutti amino gli alberi

http://d.repubblica.it/lifestyle/2016/08/12/foto/la_vita_segreta_degli_alberi_peter_wohlleben_libro_ecologia_botanica_foresta_wood_wide_web-3190059/1/#container

15 cose che non sapete sugli alberi

 Gli alberi parlano tra loro
Nel bosco si comunica con il wood-wide-web
Gli alberi prendono decisioni
Gli alberi hanno amici
Gli alberi hanno nemici
Esiste un galateo del bosco
Esiste un mutuo soccorso, nel bosco
Alcuni alberi sono asociali
 Gli alberi si fanno la guerra
funghi sono come internet per il bosco
Alcune specie sono intelligenti



M'incantano gli alberi, sento la  vitalità di questi giganti buoni, li amo tutti, con una leggera preferenza per i BANYAN, scoperti alcuni anni in Florida










Questo albero, appartenente alla specie dei ficus, è sicuramente uno dei più originali del mondo: ha infatti numerose radici aeree, simili a delle grosse corde, che raggiungendo a mano a mano il suolo, vanno a dar vita ad un nuovo albero; la chioma continua ad allargarsi e si vengono a formare suggestivi colonnati: non a caso il nome sanscrito era vat, dalla radici cingere, circondare. . In una località del Madhya Pradesh vi è un banyan che allarga la sua chioma per un ettaro, ancora di più quello vicino a Bangalore, che si estende su oltre 15.000 mq di terreno. Le foglie sono carnose e ovali, e la chioma che vengono a formare è particolarmente ricca in febbraio-marzo. I fichi sono di un rosso intenso nei mesi di maggio-giugno, periodo in cui l'albero ospita una miriade di animali. Il legno è alquanto poroso, quindi poco pregiato, ma vengono impiegati i rami-radici che vengono a formarsi. L'albero proviene dalle regioni occidentali e meridionali del subcontinente.

mercoledì 10 agosto 2016

Come creare complessi alle persone

BOLOGNA - L'editore Andrea Riffeser Monti ha deciso di rimuovere "con effetto immediato" Giuseppe Tassi, direttore del Qs Quotidiano Sportivo, per il titolo comparso sulle proprie testate che definiva "trio delle cicciottelle" le arciere azzurre Guendalina Sartori, Lucilla Boari e Claudia Mandia, che hanno concluso la gara a squadre ai Giochi Olimpici di Rio con il quarto posto.




E se avessero titolato " Le esili ragazze del nuoto sincronizzato" , oppure "le massicce  ragazze del nuoto" , avrebbero dovuto, ugualmente. chiedere scusa ??





Vincenzo Iacoponi ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Cole creare complessi alle persone": 

La solita "cagata" all'italiana. Tutto sto gran casino per un "cicciottelle".
A prescindere dal fatto che io nemmeno me ne ero accorto, ma cosa ha detto di non vero? Erano pienotte, belle in carne, e allora? E tutti quei lccaculo che immediatamente si sono buttati sulla preda sbavazzando con tante tantissime cose che vanno storte nel nostro mondo con stronzate tipo: una donna magra è come un paio di jeans senza tasche....ma senti sto cesso! Oppure la solitissima : le grasse sono allegre le magre infelici! Ma ci si rende conto di quanto siano inutili certi soggetti? Mi domando: Enzo chi preferiresti una lardosa debordante oppure un'anoressica tutta ossa e spigoli? Risponderei: un'isola solitaria sul Pacifico. Pourquoi? La cicciona suda tutta, l'anoressica è dura come un baccalà.
Finde delle trasmissioni.
Che sia una falsa magra, ma soprattutto intelligente, che abbia del fascino e quel qualcosa che non si sa cosa sia ma che funziona sempre.
E voi pizze fatela finita di rompere le balle. 



franco battaglia ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Cole creare complessi alle persone": 

Vincenzo hai tutte le ragioni... ma il titolo era idiota... e lamentarsi di essere stato messo alla gogna dai social, da parte del direttore scemo, ancora più idiota. 
Se a nessuna persona di buon senso viene in mente di uscire con un titolo cosi cretino meriti la giusta punizione... oltretutto sembra che il fenomeno approfitti per andarsene in pensione e pure con la buona uscita.. chissà.. magari adesso si darà al tiro con l'arco... 
,

giovedì 4 agosto 2016

Credo che Zimler ci abbia visto bene










Supporter repubblicani per Donald Trump
Un anno fa ho tenuto una conferenza sull’importanza della narrazione e per dimostrare la mia tesi sull’infantilizzazione del cinema americano ho fatto una ricerca sui primi film in classifica nel 2014. Ecco i maggiori successi di quell’anno: “Capitan America”, “X-Men”,“Guardiani della Galassia”, “Interstellar”, “Cattivi vicini” “Tartarughe Ninja”. Oggi, quasi tutti i film che ottengono i maggiori incassi in America sono rielaborazioni di fumetti, commedie adolescenziali 
e fanta-western. O si basano 
su trame sciocche, stereotipate (il bene supremo contro il male implacabile). Spesso, come nel film “Lego Movie” sembra che siano state scritte per vendere giocattoli ai bambini.

Il problema però è che questi film vengono visti e apprezzati anche da decine di milioni 
di adulti. Un gran numero 
di uomini e donne fra i venti 
e i cinquant’anni li trovano eccitanti.

Adesso - quasi fosse un destino - questi spettatori istupiditi hanno un perfetto candidato presidenziale: Donald Trump che sembra 
la caricatura fumettistica di 
un ricco furfante e parla come un vero briccone. Prendiamo, ad esempio, il suo piano per contenere gli immigranti messicani: «Vorrei costruire 
un muro, e nessuno costruisce muri meglio di me, credetemi, 
e lo costruirò senza spendere. Costruirò un grandissimo muro sul nostro confine meridionale. Ricordate queste mie parole».

Ma chi è? Capitan America 
o un candidato alla presidenza? Tutte e due le cose, a quanto pare

Per creare l’immagine del vero uomo, rude, spesso insulta le donne in modi che lui ritiene intelligenti. Così si è espresso, per esempio, su una giornalista che lo criticava: «Arianna Huffington è poco attraente, sia dentro che fuori. Capisco bene perché il suo ex marito l’ha lasciata per un uomo. Ha preso una saggia decisione».
Per un pubblico che trova un film come “Cattivi vicini” uno spasso, questo è umorismo.


Quest’anno, Donald Trump 
e i suoi seguaci repubblicani sembrano aver portato il livello del discorso a un gradino ancor più basso. E non solo in termini di vocabolario.  Non solo, ma la vacuità delle posizioni di Trump su molte questioni interne 
e internazionali dimostra l’arroganza di un magnate provinciale che pensa di farsi strada verso la Casa Bianca con la prepotenza e con l’inganno.
Donald Trump è il candidato ideale per un pubblico 
di elettori che interpretano 
il mondo come se fosse 
un fumetto.

L’istupidimento dell’America non si fermerà tanto presto: è troppo redditizio. Se non miglioreremo sensibilmente 
il nostro sistema di istruzione, la qualità della produzione culturale e l’informazione sulle campagne elettorali, prima o poi ci ritroveremo uno di questi arruffapopolo alla Casa Bianca.
Wa 


http://www.resistenze.org/sito/te/cu/sc/cusc2n27.htm

Interessante questo sondaggio compiuto dal 'Mirror'  sul livello d'istruzione  degli americani . La maggior parte della popolazione del Paese più potente al mondo è estremamente ignorante, nella vera accezione del termine. Oserei dire che ignorano volontariamente, in quanto convinti di vivere nell'unico luogo vivibile su questa terra e che tutto il resto abbia un'importanza relativa per loro
Sono un "clan" costituito da milioni di persone , la cui elite è molto ristretta.
Non bisogna dimenticare che questo popolo esiste da "ieri" 
: un' accozzaglia di europei che hanno dovuto rinnegare loro stessi per creare una nuova unità. Condivido pienamente ciò che ha scritto Richard Zimler.